Livio Orazio Valentini, il pittore di Orvieto Visualizza ingrandito

Livio Orazio Valentini, il pittore di Orvieto

Nuovo prodotto

A buon diritto Livio Grazio Valentini può essere considerato il pit­tore di Orvieto perché nessuno meglio di lui ha saputo cogliere della città del Duomo l'essenza ed il carattere e, con ammirevole corag­gio, proporre iniziative culturali di assoluto prestigio, come le due edizioni del Premio di Pittura «Città di Orvieto» riu­scendo, in tale occasione, a riportare ad Orvieto Gerardo Dottori.

Maggiori dettagli

12,00 € tasse incl.

Dettagli

A buon diritto Livio Grazio Valentini può essere considerato il pit­tore di Orvieto perché nessuno meglio di lui ha saputo cogliere della Città del Duomo l'essenza ed il carattere e, con ammirevole corag­gio, proporre iniziative culturali di assoluto prestigio, come le due edizioni del Premio di Pittura «Città di Orvieto» allestite con ca­parbia determinazione nei primi anni sessanta del secolo scorso, riu­scendo, in tale occasione, a riportare ad Orvieto Gerardo Dottori, che con la Rupe ebbe trascorsi non sempre idilliaci. Ma Valentini è stato un artista a tutto tondo, capace di misurarsi con curiosità e progressiva competenza nella scultura, nella pittura, nella ceramica e nella grafica d'arte e pubblicitaria. Ed in virtù di queste sempre rinnovate capacità e ispirazioni è stato in grado di meritarsi la stima di molti suoi colleghi, di esigenti collezionisti e di critici d'arte con­cordi nel riconoscere nei suoi "limpidi occhi celesti" il riflesso di un'anima saggiamente ironica.

Recensioni

Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Scrivi una recensione

Livio Orazio Valentini, il pittore di Orvieto

Livio Orazio Valentini, il pittore di Orvieto

A buon diritto Livio Grazio Valentini può essere considerato il pit­tore di Orvieto perché nessuno meglio di lui ha saputo cogliere della città del Duomo l'essenza ed il carattere e, con ammirevole corag­gio, proporre iniziative culturali di assoluto prestigio, come le due edizioni del Premio di Pittura «Città di Orvieto» riu­scendo, in tale occasione, a riportare ad Orvieto Gerardo Dottori.